LE MANTELLE COME SOLUZIONE

Poncho, mantelle, cappa, stola, bolero, gilet, chiamatele come desiderate, ma non vi è niente di più risolutivo come loro!

Versatili per definizione si prestano a frange, ricami, parti di pelliccia e qualsiasi fantasia non ci si azzardi ad esprimere nel resto dell’abbigliamento.

Finalmente i negozi stanno sempre di più proponendo questo tipo di capi, queste comode soluzioni, in particolar modo le mantelle (che sono aperte): il tutto aumenta la smania all’acquisto, smania che si trasforma in entusiasmo e desiderio di possederne quante più possibili.

Tuttavia come ogni cosa andrà acquistata con giudizio, compriamo per gioia e arricchimento della nostra immagine quale piacere personale, compriamo perché amiamo il nostro concetto di “bello”, ci piace curarci, elevarci lo spirito e l’umore nonché compiacersi un pò di noi stesse allo specchio!

mantella nera

Quando per strada si vede passare una donna con una mantella la nostra attenzione viene subito catturata: “ha sdramatizzato un trench, “ha preso in contro piede lo scherzetto climatico del giorno (quel periodo dell’anno che vedi quelli in maniche corte ed altri con il piumino) “ha corretto il colore dell’outfit, “ha coperto una maglietta infelice, “si è voluta sentire calda e avvolta, “ha reso un cappotto di mezza stagione un cappotto invernale, ” ha dato movimento a un abbigliamento frettoloso…;

sotto un esempio di perfetto ed economico acquisto…un sottile poncho in rosa antico con fili lamè (shopping serale boutique pesca la luca, da lucia in albaro genova)

poncho

Accessibili a tutte le tasche, sì, ma devono essere di qualità, in quanto una volta indosso rappresentano il capo principale, trainante, seppure a sé. Sarà bellissimo andare in giro alla vostra ricerca, dovrò sentirvi e toccarvi, saranno forse una delle poche cose, insieme ai pantaloni, che non vorrò acquistare mai su internet.

mantella nera

In estate il poncho (che è chiuso e passa dal collo) si trasforma, diciamo, se lungo anche in un copri costume, oltre che un pratico coprispalle per la sera, confermandone la sua versatilità, nessuna stagione sarà più appropriata per dimenticarsi del nero e darsi alla gioia di tutte le sfumature del giallo, dell’arancione, del verde…(avremo tempo di parlare dell’estate, ci saranno colori ovunque…) per ora stiamo al caldo considerata la stagione autunno inverno..

Il gilet un tempo ricordato “come quello portato dai camerieri” oggi è uno strumento di gioco, ha senso se peloso e voluminoso e non viene certamente solo usato per coprire una camicetta dentro il pantalone, anche lui ha la sua bella carica di versatilità; la stola, ricordata come quella della “nonna”, è quel pratico incrocio fra sciarpone e mantella con un risultato finale che assomiglia a quello del poncho, non è un must have, ma può servire – magari un pò scomodo dal momento che tende a muoversi ed aprirsi, bisogna dargli comunque ogni volta un giro che abbia senso (giusto da non uscire di casa dando l’impressione di avere una coperta addosso).

Dalle mantelle a un capospalla corto o uno scaldacuore, il percorso non è poi così lungo, varrà sicuramente la pena parlare di pelo in questo caso, lo faremo presto in un articolo dedicato!

mantella

Vi viene da pensare che anche uno scialle e un foulard possano risolvere anch’essi un look? Niente di più vero Partiamo da vere e proprie opere d’arte!

Naviga il nostro blog nel migliore dei modi scegliendo i tuoi articoli e argomenti preferiti!

Autunno 2017

Sara

 

Ciao! Siamo un attivissimo Blog di Moda e Benessere - Seguici