ECO FUR MANIA

I capi in pelo ci provano da anni ad entrare nei nostri armadi; alla moda autunno inverno 2017 2018 non basta che abbiamo una borsa di eco fur, come è stato per gli anni passati, quest’anno il capo in eco pelliccia spopola come una mania.

Ci tengo a precisare che considerata la morbidezza, la qualità, la resa, della maggior parte dei capi in eco pelliccia è veramente preferibile non acquistare capi di pelliccia di origine animale per cinque motivi: 1) la pratica inaccettabile con cui gli animali da pelliccia vengono scuoiati è tutto quello che c’è dietro 2) il costo del capo -10 volte tanto un capo in ecopelliccia 3) il peso del capo indosso proprio in termini di grammi 4) l’attuale moda ti fa giocare con i capi in pelliccia, colorandoli, rendendoli versatili e mettendoli ad un prezzo che ti permetta di acquistarne per tutte le occasioni, un capo in pelliccia animale risulterà invece sempre ostentato 5) Una donna di stile non deve dimostrare niente a nessuno.

Un conto è aver recuperato e riadattato la vecchia pelliccia di visione (eredità di familiari), un conto è avere un cappuccio con un pò di pelo che poi si scopriva di origine animale, ma ben differente è comprarsi, il giorno d’oggi, un poncho in pelo rabbit (una trentina di coniglietti impiegati) o una pelliccia di cincillà, ecc… semplicemente n.c.

Molte vip ostenteranno anche capi in pelliccia, importanti brand sceglieranno per i loro dettagli il visone, ma il messaggio della moda 2017 2018 sull’ecopelliccia mi sembra piuttosto chiaro.

E ora andiamo al dunque. Pelo nelle sciarpe, pelo nei cappelli, pelo nei polsi, nei guanti, per un gilet, per un capospalla, per uno scialle, per un poncho, per una mantella, in una calzetta, nella scarpa, nella borsa, nel portachiavi. Lungo o corto, mordibo come un peluche o più ispido, colorato, sfumato o in tinta unita, per un abbigliamento di classe o per un abbigliamento casual, per le signore classiche o per le giovanissime. Vediamo alcuni capi e accessori in ecopelliccia, per di più direi senza la necessità che corrispondano a un brand noto e, partendo dalla testa e dal collo. (in foto alcuni capi della boutique pesca la luna di genova albaro e dell’outlet pashmina di via venticinque aprile a genova)

Anche con i guanti e i polsi posso dare spazio all’ ecofur mania, in particolare con dei polsi in pelo removibili potrò arricchire più cappotti… e per le borse potrò spendere poco e sbizzarrirmi (in foto borsa di ecopelliccia blu elettrico di blumarine, borsa di pelliccette mango, borse nere di pelliccia ecologica corta zara, coppia di borse di pelo lui jo)

A questo punto copriamoci ancora con abbondante eco pelliccia (alternandola)…, giacchè quest’anno si può: un gilè di pelo potrà essere messo sopra un cappotto od un grande maglione, una giacca in pelliccia rendere come un piumino, e un capospalla corto ad esempio impreziosire un cappotto per una uscita serale…(passando il mouse sulla foto si dovrebbe veder la marca del capo dove disponibile)

Il cappottino, capospalla di pelliccia potrà anche essere a pelo lunghissimo, come questo capo ricco di sfumature, visto alla coin:

pelliccia coinDegnissimo di nota è un acquisto fatto molto di recente da max & co, a parte la resa ottima che hanno nel tempo i capi max & co, devo dire che mi ha stupito il rapporto qualità prezzo di questo cappotto piumino lungo – reversibile – per poco più di 200 Euro (e di reversibile si parlerà ancora molto in altri articoli perchè è sempre più proposto e sta prendendo piede…). Era disponibile anche in rosa cipria (vedi foto sotto), da una parte in pelliccia ecologica dall’altra piumino.

max & co cappotto pelliccia rosa

Basta uscire da Genova e il colore comincia ad abbondare, viene proprio voglia di cambiare!

Passiamo allo stupefacente! Qua strapperemo un sorriso a chi ci legge. Le scarpe! Il pelo finisce anche lì e brand di lusso come gucci lo hanno spettacolarizzato. A cosa corrisponde la foto qua sotto?

pantofola gucci

E’ la pantofola (loafers) gucci collezione autunno inverno, chiaramente non una pantofola da mettere in casa. Che dire…basta che se ne parli, non ho dubbi che a londra qualcuno le porti, ma qua siamo a genova. Gucci non demorde, e con un filone infinito di imitazioni ecco che ci propone un suo cavallo di battaglia, il sabot alto con pelo (disponibile anche basso tipo pantofola e nella foto a fianco una delle tante imitazioni sulla scia…):

eravamo più abituati o propensi e preparati per una intramontabile all star converse, una sneakers dolce e gabbana, un sandalo sergio rossi e una slip on cafè noir, forse…

Nell’attesa di riempire il vostro armadio di dettagli in ecopelliccia, mettete nella vostra lista regali da ricevere e fare, queste splendide idee di pelo

Ricordatevi che il total pelo non si può fare..non è il ritorno dello jedi e neanche va bene eccedere; sarebbe bene sentire con mano i capi in pelliccia, in quanto una ecopelliccia meno qualitativa di un bel peluche risulterà indosso un vero disastro! Tutti i negozi propongono pellicce ecologiche e un bel gilet di eco peliccia corto ad esempio, parte dai 40 Euro e non dovrebbe superare i 100 Euro.

Se avete voglia di godervi ancora un pò di scarpe con dettagli in pelliccia, se ne parlava anche nell’articolo moda scarpe e slip on

Non dimenticatevi di visitare sempre la pagina dedicata agli sconti e le promozioni e di seguirci su facebook alla pagina modagenovaroma!

Autunno 2017

Sara

 

 

 

 

 

 

Ciao! Siamo un attivissimo Blog di Moda e Benessere - Seguici